-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

RESOCONTO DELLE CORSE DI MARTEDI' 5 LUGLIO - PRIMA SEMIFINALE SUPERFRUSTINO SISAL MATCHPOINT 2016

Cielo imbronciato per la prima delle quattro serate dedicate alle semifinali del Superfrustino, dieci i campioni in gara e un buon pubblico ad applaudirne le gesta, con due star del livello di Antonio Di Nardo e Bellei a giocarsi i favori del pronostico, ma con i giovani leoni pronti ad approfittare di buone chance e di eventuali passaggi a vuoto dei due califfi delle redini lunghe. Previsioni in parte rispettate, con Bellei primo classificato e grande pathos all’epilogo del convegno per delineare il suo runner, che, dopo corsa dal sorprendente esito ha premiato le felici scelte tattiche di Giuseppe Porzio, abbonato al marcatore nel lungo itinere serale e vincitore di misura sul suo diretto avversario  Domenico Zanca., che con 15 punti attenderà lo svolgersi delle altre semifinali sperando nel repechage come miglio terzo. Prologo per tre anni e gentleman, con i professionisti nei panni degli spettatori e successo, a sorpresa, di Urukhai  Photo e Matteo Zaccherini in 1.17.9 su Ulrica dei Daltri e Universal ,come a dire i tre migliori gentleman della regione in vetrina nella serata dei campioni delle redini lunghe, mentre alla seconda, vittoria dopo percorso d’attacco per il favorito Tarek che ha legittimato il ruolo di favorito registrando un notevole 1.14.9 per battere Tropea Trio e Thiago dei Daltri. Si comincia a far sul serio al sopraggiungere della terza, manche dì apertura del trofeo e delusione per i molti sostenitori del duo Tornesina Vol /Lorenzo Baldi, lenti al via e di galoppo poco dopo con la ritrovata Tina Pan a regalare la prima gioia di serata ad Antonio di Nardo vincendo in souplesse e a media di 1.15.2 su The King Ovi e Thiago Del Brenta, atout sulla carta ma solo sulla carta marginali per Vincenzo D’Alessandro Jr ed  Enrico Bellei. Vittoria in grande stile per Pipino Baggins e Enrico Bellei al roud successivo, con il pluricampione nazionale preciso interprete del neo allievo di Arnaldo Pollini che in 1.13.6 ha sbaragliato il campo lasciandosi alle spalle l’ottima Nubiana Guasimo e Lester Piggott, guidati rispettivamente da Giuseppe Porzio  e Lorenzo Baldi, ed ancora alla quinta corsa, ancora Bellei a segno grazie a Ramira Cof, eccellente inseguitrice della fuggitiva Sexy Model e vincitrice in 1.14.6 su Roger Lag e Reginaldo, ancora Giuseppe Porzio al posto d’onore con Marco Stefani deciso improvvisatore del trascurato allievo di Mallozzi. Schema tattico radicalmente mutato alla sesta corsa, distanza che si allungava e partenza con i nastri il tutto scombinare i piani dei più e registrare la vittoria dopo acerrima lotta in dirittura, di Sonny Francis e Domenico Zanca su Olimpo Trio e D’Alessandro, al terzo posto Over Wise As coraggiosa nel suo attacco al largo di tutti ben sostenuta da Renè Legati con la media di 1.16.9 a impreziosire la performance del binomio vincitore. Si arrivava così all’atto finale, Bellei già in finale e ben quattro driver a giocarsi il passaggio diretto, Antonio Di Nardo, Mimmo Zanca, Giuseppe Porzio Jr e Vincenzo D’Alessandro, con il pronostico della corsa a maggior dotazione rivolto a Supermar, con Lorenzo Baldi e a Suerte’s Cage, briscola dalle notevole chance dell’immarcescibile Bellei, Sfida animata, senza esclusione di colpi e con pochi tatticismi, Di Nardo e Putnik D’Aghi all’avanguardia, Supermar lento al via e Scintilla Caf costretta al largo per l’inserimento di Osiride Grif, con Mimmo Zanca e Real Mede subito al largo pedinati come un’ombra da Suerte’s Cage, gli altri a guardare con Simpaty Trio a tabellone. Al mezzo  giro finale, l’errore di Putnik che favoriva Real Mede, ritrovatosi al comando con Suerte’s al largo e Osiride alla corda pronto a scattare in open stretch e fulminare il leader regalando il sogno della finale a Giuseppe Porzio e tornando al successo dopo più di un anno al ragguaglio di 1.12.5 che ribadisce la bontà del lavoro di Battista Congiu, trainer del fighter di colori campani.

> Torna Indietro