-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

RESOCONTO DELLE CORSE DI MARTEDI' 25 LUGLIO: PREMIO I RAZZI GROUP CESENA

Cielo plumbeo e temperature a livelli  autunnali per un martedì dalle fervide promesse all’ippodromo del Savio, tre anni in cima al cartellone e un godibile programma tecnico da apprezzare sin dalle prime battute, il tutto con la partecipazione di un numeroso pubbico, appassionato e plaudente. Clou per otto sulla distanza del miglio ,riflettori sul rientrante Vertigo Spin, in alternativa l’ospite brianzolo Vi Prav, mentre il team Baldi schierava due punte per nulla escluse dal pronostico. In rottura Vi Prav, Vertigo Spin forzava i tempi su Venere Degli Dei assumendo l’iniziativa mentre Vesna rimaneva alla corda su Vanity Spritz e Very Good Zs. Il leader guidava di buona lena e al mezzo giro finale subiva un deciso attacco da parte di Vesna peraltro poco incisiva ed in calo sull’ultima curva dove scattava Vanity Spritz unitamente a Venanzo Jet ed in retta, match ad alta tensione tra Vertigo e Venere Degli Dei con quest’ultima, ben pilotata da Manuel Pistone preminente di un amen sull’avversario sostenuto con grinta leonina da Roberto Vecchione, il tutto in 1.14.6 con Venanzo Jet sul terzo gradino del podio grazie al calo di Vanity Spritz Puledre in apertura con qualche capriccio per Zola Budd e Zoe Gar e con  Zica Cc Sm e Mimmo Zanca a replicare il recente successo con un tonico percorso di testa chiuso in  1.18.8 su pista non particolarmente scorrevole a causa delle forti precipitazioni cadute a ridosso del via, piazza d’onore per Zumba Ans, altra sicula della partita con Natale Cintura in regia e terza posizione per la toscana Zoraya Grad, poi, primo successo in carriera per Venere Grad  in coppia con la sua proprietaria Monica Gradi , 1.19.4 la media al chilometro della giumenta tutta fatta in casa e podio per Vera Jet e Vanity Fox. Fuga vittoriosa alla terza, per Stiaccino Jet ed Aniello Vitagliano, figlio d’arte e valido sostituto di papà Andrea che ha proiettato all’avanguardia il suo pupillo portandolo alla vittoria dopo percorso d’avanguardia rifinito in 1.15.1 su Rio di Roberto e Piper Legend. Esclusiva di Hippogroup Cesenate, la corsa all’australiana ha premiato la prestanza di Regensbourg, allievo di Salvatore Valentino che dopo quattro giri di corsa ha messo in fila i suioi due avversari, Solo D’Asolo e Tiffany Effe giunti nell’ordine dopo aver movimentato la corsa cult dell’estate cesenate, ed alla quinta, arrivo a fruste alzate e pronostico rispettato dall’atteso Silente Grif, Mimmo Zanca in sediolo con Oddone e Only One Diamond a completare il podio . Chiusura per cadetti e pronostico rispettato dal favorito Ungherese Jet , oggi in versione Cintura e vittorioso dopo percorso d’avanguardia in 1.16.4 sul ritrovato Ulrich Trio e sulla trascurata Urasia Tab.

> Torna Indietro