-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: SABATO 1 NOVEMBRE 2014

Ad Ognissanti Tantalio suon la quinta
 
Un assolato pomeriggio festivo ha accolto il pubblico accorso all’Arcoveggio, con il trotter felsineo teatro di un convegno incentrato sullo scarno ma qualitativo clou riservato alla leva 2012 nel quale il plurinvicitore Tantalio veniva insignito del ruolo di plebiscitario favorito,con i due allievi di Walter Zanetti, Tale Inno e Tulum scelti come sue remote alternative, in sottordine,la velleitaria Thatcher Grif. Copione rispettato e quinta vittoria in sei uscite per l’eccellente allievo di Wolfang Ruth, oggi in versione Natale Cintura, bravo a proiettarne la in avanti la figura e centellinarne lo sforzo nonostante il tentativo di Tulum, con la media di 1.16.3 ad impreziosire la performance e tenere ad ampio margine Tale Inno e lo stesso Tulum.
Dopo breve pausa agonistica, coincisa con l’ennesimo cambio di training, Radiosa Tab ha maramaldeggiato in apertura ben supportata in chiave tattica da Filippo Monti, capolista nazionale tra i gentleman e più che mai candidato allo scudetto di categoria, il quale ha solo atteso che il pupilo di Vittorio Maniero,Rublo Dei Greppi, esaurisse la sua spinta, per proiettare al largo  la quattro anni di colori emiliani e battere l’avversario in 1.16.0, relegando l’avversario al secondo gradino del podio e il duo Runara/Canali al terzo posto. Prima delle due manche riservate ai puledri, la seconda corsa bocciato il favorito Tayler di Pippo, solo terzo sul traguardo  dopo aver condotto a piacimento, promuovendo di contro l’ottima ospite lombarda  Tiffany Three che Davide Nuti ha guidato con sagacia portandola al successo in 1.18.7 e Turbo del Pino, diligente nel suo percorso alla corda ben diretto da Giovanni Callegaro, poi, tre anni preceduti da ottime referenze e impegnati sulla distanza, spesso ostica, del doppio chilometro, ma non per Saikala, da qualche tempo affidata alle cure di Andrea Sarzetto e oggi guidata da un ispirato Alessandro Fonte e vincitrice in 1.16.4 su Scarlet Bi e She’s A Woman  Facile assunto per Lotar Bi alla quarta corsa, un miglio per anziani che il vecchio alfiere di Alessandro Raspante ha risolto già sul finire del penultimo rettilineo passando nei confronti di un labile Peligro e vincendo in 1.14.5 davanti ad un sorprendente Pedro Almodovar e a Mombasa Bi, ed alla quinta, performance mostre per Rachele Trio, la cadetta di casa Bolognesi ha vinto di misura ma dopo percorso esterno, guidata con fiducia e decisione da Maurizio Cheli mentre alle sue spalle sono giunti Rancho Pancho e Rabat Dei Greppi,. All’imbrunire le due sfide deputate a chiudere il convegno, alla settima, bel match a fruste alzate tra Santa Monica Dvs e Silente Car, con il colpo di reni conclusivo di Silente Car a regalare il doppio in giornata ad Alessandro Gocciadoro, mentre il il carneade Star Linny ha conquistato un insperato terzo posto ed all’ottava, altra doppietta confezionata in giornata, a siglarla un bolognese doc come Maurizio Cheli grazie ad una prestazione da circoletto rosso della sua Prava Bi, trascurata al betting in virtù dello scarso feeling con la distanza, ma tonica al largo di un deludente Olimpo Trio e grintosa nel rintuzzare il finish in open stretch dell’appostato Plitvice D’Aghi, il tutto in 1.19.2

> Torna Indietro