-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: Lunedì 6 Aprile

DAI NASTRI ESCE VINCENTE STELLA TRIO
 
 
Pasquetta alle corse e Arcoveggio gremito per un pomeriggio dai discreti temi tecnici riscaldato da un caldo sole primaverile, clou per quattro anni impegnati sulla distanza dei duemila metri,con l’incognita della partenza da fermo a rendere teoricamente intricata la trama tattica di una corsa che aveva nell’avvantaggiato Sorens Petit un legittimo favorito al betting e nel compagno di nastro Scoop Grip Italia e la penalizzata   in Stella di Azzurra due valida alternative. Cronaca serrata di una contesa mai scontata, con Sassari primo ostacolo per il favorito che solo dopo parziale “importante “ è passato a condurre , dovendo però subire il successivo attacco di Scoop Grif mentre alla corda Sassari e Stella Trio osservavano interessate e Stella di Azzurra cercava di industriarsi senza particolare costrutto. Il match tra i duellanti continuava sino alla curva finale, dove Scoop Grif affievoliva l’azione e Sorens tentava la fuga inseguito dalle sole Sassari e Stella Trio ed era quest’ultima, che proprio sul palo metteva la testa avanti all’allievo di Vecchione per la gioia di Marco Stefani e la soddisfazione del trainer Lorenzo Baldi, il tutto suggellato dalla considerevole media di 1.16.0
Plebiscitaria scelta della “punta”, Tinto non ha deluso in apertura inanellando la terza vittoria consecutiva ottenuta in 1.16.3 e in  un campo partenti piuttosto scarno, orfano in mattinata di Tommy Vik e lungo il percorso di Tiziano Font prima e Thiago Three all’epilogo, con gli estremi outsider Taitù Laser e Tornado Del Vento unici superstiti, gratificati da  insperata quanto cospicua gratifica  monetaria ed alla seconda, miglio per cadetti con in sediolo i gentleman ed  altro tassello per Zuccherini nella rincorsa alla leadership di categoria grazie all’eccellente performance di Silente Car, preminente in 1.16.6 su Scheggia Grad e sul movimentatore Solare Roc. Dopo un paio di favoriti facili alla meta nelle due prove d’approccio al pomeriggio, delusione alla terza per i sostenitori di Thetis Moon, leader sin dal via e dapprima severamente attaccata dalla fallosa Tiara Rum e poi labile preda per l’appostato Toscano Bieffe e per il trascurato Tommy,  in un normalissimo 1.17.3 e trend confermato anche alla quarta, dove i due più attesi, Ortensia Pit e Rio di Mazval si sono eclissati per motivi diversi e Resora Lb ne ha raccolto i resti vincendo a mani basse a media di 1.15.6  su Olivia Rimarco e Oblio dei Venti,offrendo a Roberto Vecchione la prima soddisfazione del lunedì di Pasquetta. Ancora anziani alla quinta corsa in un miglio dal diffuso equilibrio con Romanza Font e Alessandro Gocciadoro preminenti in 1.14.7 dopo tonico percorso d’avanguardia impreziosito da un giro conclusivo di valore avanti al favorito Roi de Coeur e a Rivelino. Il feeling tra Osiride Ron e lo schema ad handicap ha trovato ampia conferma alla settima, allorché il tenace allievo di Salvatore Valentino ha agevolmente recuperato i venti metri di penalità, pedinando il compagno di nastro Rio Bargal per batterlo in 1.16.0 con Mirtillo a completare una trio invero piuttosto attesa, ed in chiusura, arrivo a fruste alzate e vittoria di misura per Rea Valm su Remo di piaggia con Peter Pan Lg al terzo posto dopo percorso interamente allo scoperto.

> Torna Indietro