-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: Giovedì 9 Marzo 2017

Tre anni di belle speranze
 
Primavera incipiente  e divertenti digressioni tecniche hanno reso davvero godibile il giovedì all’Arcoveggio, con i tre anni impegnati nel clou programmato sulla media distanza al quale hanno aderito otto binomi, ridotti di un’unità in mattinata per il ritiro di Veio. Sfida equilibrata al betting con Vesna, Valchiria Op e Vigor Op posti sullo stesso piano e il problematico Very Much Mmg i leggero sottordine. Al via, l’errore e la squalifica per Vesna, Vancouver Ongi e  le  rotture, presto rimediate, per Vermeil As e Very Much con Vigor Op leader sulla compagna di paddock Valchiria e Venanzo Jet a seguire con i rimessi Very Much e Vermeil  in coda al gruppo dei superstiti. Al passaggio la mossa di Venanzo Jet proiettato da Loris Farolfi ai fianchi del leader, scelta presto imitata da Andrea Vitagliano con Very Much, mentre alla corda Valchiria attendeva gli eventi e Vermeil cercava di recuperare il gap, poi,  in dirittura, Venanzo passa su Vigo ma al suo interno si profila, sorniona, la sagoma di Valchiria che Alessandro Gocciadoro lancia in open strech per vincere in 1.17.9 sul valoroso avversario a su Vigor Op, calato alla distanza.
Ouverture pomeridiana guidata dai gentleman a bordo di tre anni alla ricerca del primo successo in carriera e vittoria in bello stile dalla seguita Vega del Ronco  con la pupilla di Matteo Angeloni a segno in 1.17.6 davanti alle Vanessa, Sm ed Op, intepretate rispettivamente da Michele Canali e Daniele Della Maggiore, poi, tutto facile per la favorita Ula Pal Ferm guidata da Flavio Martinelli che in 1.15.4 la quale  ha facilmente disposto di Unionmar e Ultras Font dopo aver pedinato la battistrada Ultralight, quarta all’epilogo. Anziani a ranghi compatti alla terza e successo  dopo percorso esterno da parte di Tornado Pizz e Roberto Vecchione venuti a sottomettere un tenace leader Teddy Bear in  1.15.8, mentre il trascurato Teseo Gas ha completato la terna, tratta dosi di corsa abbinata alla scommessa tris nazionale di seconda categoria, ed alla quarta, coast to coast vittorioso per l’ospite veneta Urania Bye Bye, allieva di Gianni Targhetta che  in 1.14.0 ha difeso strenuamente la leadership dal finish in open stretch della favorita Uma Grif, mentre una eccellente Urania Vik  ha conquistato il terzo gradino del podio. Favorita poco sopra la pari,  l’ospite romana Oneranda Bag ha rotto in partenza finendo squalificata, mentre la sua alternativa al betting, Sacro Jet, ha assunto l’iniziativa dopo 200 metri  tenendola sino alla piegata finale dove, un’esplosiva Tuatara Jet è scattata al suo esterno per  passare in scioltezza  e vincere in 1.13.6 sull’avversario, stanco e avvicinato minacciosamente dall’appostato Polpettine ed in chiusura, flop di Sabine Inn Ronco ed arrivo al cardiopalma tra Simpaty Trio e Love Inside risolto al fotofinish dalla femmina di Marco Stefani sul maturo allievo di Antonio Greppi in  1.14.8 mentre un ritrovato Tresor Zs ha chiuso la terna dopo accorto percorso in pancia al gruppo.

> Torna Indietro