-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: Giovedì 8 Dicembre

Rotture in serie, vince il superstite Urlo Jet
 
Week end lungo all’Arcoveggio con i tre anni in cima al cartellone di un convegno corso sotto un brillante sole di inizio inverno, con cielo terso e temperatura piacevole nelle prime ore del pomeriggio e successiva virata verso il basso con l’arrivo del tramonto e di una fitta coltre di nebbia. In sei alla dichiarazione dei partenti, i protagonisti del clou hanno perso un potenziale primattore con il ritiro di Unamore Petit, già in mattinata, trovando in Uma Laumar una favorita dalle solide chance sulla corregionale Us And Them e su Urlo Jet, ma poi, complici le rotture irrimediabili della favorita e di Urla Del Ronco ,nonché lo svarione iniziale di Urlo D’ete la gara si è risolta in una semplice tappa d’avvicinamento al traguardo per Urlo Jet, allievo di Franceco Facci che in 1.16.0 ha lasciato ad ampio margine Us And Them ed il rimesso Urlo D’ete.
Prima corsa e subito una sorpresa sotto le Due Torri, con Take A Chance facile leader lungo il percorso ma vittima di un’improvvisa rottura in prossimità dell’ingresso in dirittura a vantaggio di Tema del Nord e di Timo Rivarco Op, con prevalenza della sorella del celeberrimo Ghiaccio e di Marco Stefani sull’ospite toscano affidato a Tommaso Di Lorenzo, mentre Tempesta Lux è salita sul terzo gradino del podio, tempo 1.17.3 e seconda a seguire per la cadetta allenata da Stefani senior, poi, altro arrivo shock con la plebiscitaria  favorita Toshiba As battuta a fil di palo dal corregionale Twitter Grad dopo acerrima lotta  tra le amazzoni Dami e Gradi, il tutto in 1.15.9 e con Tina Trio alla medaglia di bronzo. Testimone alla leva 2014 con l’arrivo della terza corsa, anche qui un soggetti ai vertici del pronostico come Volver As e ancora una rottura ad escludere dalla gara il favorito, per la vittoria a quota di 22/1e al ragguaglio di 1.18.3  per Vamos Op e Tommy Di Lorenzo sulla deludente Victoire Winner e su Vaclav Lux, anch’esso poco centrato al cospetto di avversari assai modesti, mentre alla quarta Nespolita ha rispettato appieno il copione conducendo da un capo all’altro bene in mano a Igor Guasti per chiudere facile vincitrice su Saimon Barboi e Onda Degli Ulivi in 1.16.1.  Tutto facile per Oroscopo alla quinta corsa, con l’anziano allenato da Lucio Colletti a scambiare la posizione con Ricco Real e poi autore di un comodo cost to coast chiuso in  1.19.3 per il doppio di Tommaso Di Lorenzo, per le piazze, Serena Lady ha preceduto Olimpo Trio dopo perentorio scatto in open stretch, ed alla settima,ritorno alla vittoria per Rob Mabel dopo un’estate da copertina e qualche battuta a vuoto durante l’autunno, media di 1.16.1 per il tenace allievo di Battista Congiu preminente alla maniera forte nei confronti del labile battistrada Parsifal e di Love Inside, per chiudere con la facile affermazione di Urania Spin e Roberto Vecchione che in 1.16.2 hanno facilmente disposto della contro favorita Ursula Horse, terza Udue Effe.

> Torna Indietro