-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 5 NOVEMBRE

Cadetti in cattedra
 
Un giovedì dai tratti quasi estivi ha accolto gli appassionati all’Arcoveggio, con il trotter felsineo teatro di una riuscita riunione di corse incentrata sulla sfida che vedeva  i quattro anni impegnati sull’impegnativa distanza dei duemila metri, con partenza ai nastri. Un unico soggetto a scontare l’handicap, Suerte’s Cage ed un agguerrito start caratterizzavano la contesa, con Samurai Be primo leader presto superato da Saphire Horse e con Suerte’s all’arrembaggio nel giro finale ed in arrivo, passerella per Saphire e Giampaolo Minnucci in 1.15.7,  con Samurai secondo in virtù dell’allontanamento dall’ordine d’arrivo di Sibilla Trgf, rea di un proibito ingresso in zona off limits e con Suerte’s ancora sul podio, seppur lontano. Subito una sorpresa in apertura, la rottura irrimediabile della favorita Utopia Roc , svarione tra i tanti che hanno contraddistinto la contesa, con Ulena del Rio a bagnare vittoriosamente il debutto agonistico, sprintando  in 1.18.9 davanti a Urbanass e Ummagumma e con Vp Dell’Annunziata abile regista tattico, poi, testimone ai gentleman e copione rispettato dall’ospite piemontese Top Gun Ross, un allievo di Andrea Guzzinati oggi in versione Filippo Monti, che ha dapprima debellato le resistenze di Tabula Rosa, per poi staccare agevolmente sull’inseguitore Talito Gso e sulla trascurata Tiffany Three , il tutto  in un brillante 1.16.1 . Stessa media ma arrivo a fruste alzate per sancire la vittoria di Unica Gso su Ulk Horse alla terza corsa, con l’allieva di Lorenzo Baldi in testa sin  dalle prime battute ma pericolosamente avvicinata dall’avversario, mentre Urania Bi ha completato il podio a debita distanza, poi, alla quarta, colpo di classe di Ronaldo, griffe Grad  e guida dell’allenatore, allevatore e proprietario Roberto Gradi che ha così cancellato la delusione patita in occasione dell’ultima uscita bolognese, allorchè fu vittima di una irrimediabile scorrettezza che lo escluse dalla competizione, vincendo in 1.14.8 davanti a Richelieu Terzo e Rugiada Del Rio, sulla carta, i più seri pretendenti al successo. Ancora anziani, alla quinta corsa, miglio che vedeva Mastro Lollo rivestire ruolo di plebiscitario favorito con Ortensia Pit in box e Rilke Laumar a scandire i parziali sin dal via e irretire i tentativi finali dello stimato avversario per vincere sotto l’abile regia tattica di Manuel Galeazzi in 1.15.6,  mentre un combattivo Ornate King  ha raccolto il terzo compenso, dopo arduo percorso all’esterno. Sesta del programma, un handicap sulla media distanza riservato agli anziani, altro plebiscito al betting nella fattispecie per Rossi Dream e altra sorpresa con la debacle per l’allievo di Vecchione e la vittoria di giustezza per Power Treb e Gianvito D’Ambruoso  su Peter Pan Gso e Okayana Rr, la cui quota al tot superava il 136/1, trio che ha generato un ticket di oltre 1000 euro per i bravi pronosticatori. Chiusura nel segno dei tre anni con la favorita Teodora Lans a segno in bello stile e al notevole ragguaglio di 1.14.6 davanti a Taylor Matto e a Tajari, per la vincitrice, facile alla meta dopo percorso all’attesa dietro ad uno scatenato Texaco Five, pronto riscatto dopo un’opaca performance bolognese sempre agli ordini del bravo Marco Volpato.

> Torna Indietro