-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 3 NOVEMBRE

Trinity Lux domina i coetanei
 
Cadetti in vetrina nel divertente giovedì di inizi novembre all’Arcoveggio, in sette al via guidati in sede di pronostico dal duo Trinity Lux, Tamia Jet, due autentici specialisti del miglio ai quali veniva posposta la gloria locale Top Model Ok, seconda arrivata del Continentale Filly ed oggi in gara  nel medesimo assetto che vedeva il ritorno di Gianvito D’Ambruoso in sediolo dopo l’intermezzo milanese firmato da Andrea Guzzinati. La sfida si tinge subito di giallo con la rottura di Tamia jet che relega ai margini dello schieramento la velocista di casa Toniatti ed è così Trinity che riceve il free way da Top Model Ok per condurre senza lesinare il ritmo,mentre gli altri si sistemano in fila indiana alle spalle del duo di testa. Il coast to coast di Trinity e Gocciadoro non subisce sussulti di sorta ed in arrivo, il cadetto di colori toscani e natali romagnoli stacca in bello stile per imporsi in 1.12.8 su Top Model Ok, solo avvicinata dalla diligente Trivet Cash, terza al nuovo record di 1.13.3. Prologo nel segno dei due anni impegnati nella prima delle due manche giornaliere loro riservate e successo in un contesto esclusivamente maschile per i toscani Villeroi Si e Sandro Capenti in 1.18.3 sui superstiti Valjean Men e Vandalo Gio, favorito assai labile dopo percorso assai favorevole, ed alla seconda, gentleman ed esperti anziani di buona categoria a sfidarsi sulla breve distanza, con Sansone Laser facile vincitore in 1.14.8 agli ordini del suo nuovo proprietario Matteo Zaccherini davanti ad un tonico Sognatore Adri e alla trascurata, Sri Lanka,poi, ancora la leva 2014 in evidenza nella manche in rosa che ha visto Vicenza Jet lasciare ad ampio intervallo le coetanee, rifinendo in 1.17.9 la sua performance davanti a Venere di Poggio e Vienrose sotto l’egida di un accorto Andrea Farolfi. Delusione per i supporter di Ribot Zs alla quarta corsa, con l’anziano allievo di Enrico Bellei, netto favorito della vigilia,  vittima di un’incertezza nelle fasi d’avvio e poi autore di un vano inseguimento al leader Skroce D’Aghi a sua volta battuto a fil di palo dal carneade Shango Group, pensionario di Alfredo Pollini tornato al successo dopo una lunga eclissi in 1.14.5 e alla siderale quota di 41/1 , terzo Rob Mabel, poi, alla quinta, doppio chilometro indigesto ai più,  e vittoria ad alta quota per Ulikan e Gianvito D’Ambruoso davanti a Unica Key e a Unico Già Sheba in 1.16.7. Match sfumato alla settima corsa con Ulrike Del Ronco vittima di un irrimediabile errore che ha dato il là al successo,mai in discussione, del ritrovato Unicum Rl, da poco agli ordini di Vp Dell’Annunziata e vincitore in 1.15.5 su Ugo Risaia Trgf e su Una Zinia Jet, ed alla ottava, con gli allievi in sediolo ad esperti anziani, flop di Isaak Bio e vittoria a sorpresa di Silao Della Buzia e Angela Capuano in 1.16.2  su Rolex Winner e Salvatore Longo, dopo accesa lotta in dirittura e stretta fotografia, mentre Soraya King ha completato il podio guidata con grinta da  Mauro Cangiano.

> Torna Indietro