-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 27 NOVEMBRE Corsa Tris

Renè Palle Bigi, vince sotto la pioggia
 
Un grigiore tipicamente autunnale ha caratterizzato il giovedì del trotto bolognese, con la Tris in cima al cartellone ed il consueto corollario, divertente e ricco  di spunti tecnici, ad incorniciare  il pomeriggio. Un miglio per quattordici contraddistinto da un diffuso equilibrio tattico con molti candidati alla vittoria, questa la cartolina dal riuscito mix abbinato al terzo ippico nazionale che Renè Palle Bigi ha vinto con il piglio del soggetto dalla superiore caratura atletica, risalendo dalle retrovie sotto l’eccellente direzione tattica di Tomaso Di Lorenzo ( doppietta per lui) e pressando una coraggiosa Radenska D’aghi, ancora terza dietro al seguito Renzorosso Treb, mentre al quarto posto è giunta Rea Valm su Rio Di Roberto, il tutto in 1.14.7 a ribadire l’ottima forma dei pensionari del trainer Mauro Baroncini. Quota Tris dalla valenza popolare, poco più di 128 euro e quartè oltre i 1600 e quintè nel pieno rispetto della tradizione felsinea, nessun vincitore.   L’uggioso pomeriggio di via di Corticella è stato aperto dal giovanile entusiasmo degli aspiranti allievi con la vittoria della declassata Nikelia e del suo driver Barbaro Antonio, lad della giumenta nata nei pluripremiati paddock dell’allevamento Aggio che  ha dominato la velleitaria compagnia sostituendo al comando Mozart By Pass, poi secondo, rifinendo la performance in 1.16.8 con Pesetas Tab al terzo posto, poi, facile assunto di Twggy Laksmy ben guidato da Andrea Farolfi, al primo hurrah del pomeriggio, e con Talita’s Cage seconda al medesimo ragguaglio di 1.18.6 ed assai minacciosa nel finale, mentre Toulouse Om ha completato il podio finendo nelle vicinanze. Delusione alla terza per la debacle della plebiscitaria favorita Reginella Fraset, allieva ddi  Enrico Bellei giunta ai margini della contesa dopo aver condotto sino al termine del penultimo rettilineo, allorché ha dovuto cedere  la leadership a Raggio D’Elite cedendo via via anche a Renegade Prav e Raggio Divino Ron, valletti del quattro anni condotto dal lanciato Andrea Farolfi in un brillante 16.2 ed alla quarta, debutto con il botto per Tamia Jet e altro successo per il bolognese Farolfi che ha proiettato in avanti la giovane di casa Toniatti sfuggendo al finale di The Grif Italia in 1.16.4 e con Tutankamon Mrs al terzo post e alla quinta, fuga in avanti per uno scatenato Schillaci Car assecondato con perizia da Matteo Zaccherini e solitario sul palo alla media di 1.15. mentre alle spalle dell’inedito duo di stampo emiliano sono giunti il veneto Sesso Bre Light e l’ardente toscano di colori campano She’s Romy Lions. Poker per Farolfi alla sesta corsa, Paradisea Jet l’attesa compagna d’avventura subito al comando e poi, brillante all’epilogo in 1.15.3 sul trascurato Liberto, rivisto nel migliore assetto e su Okayama Rr, e mezzora dopo, successo per  Samba Bi e Tommaso Di Lorenzo in 1.15.2, vittoria ottenuta con veemente scatto in dirittura per battere il favorito Sugar Breed e con un progredito Settecolori a chiudere la trio.

> Torna Indietro