-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: Giovedì 25 Maggio 2017

Van Helsing Font replica con un pizzico di buona sorte
 
Ultimo giovedì della stagione all’Arcoveggio, ancora quattro giornate con la perla del Repubblica ad impreziosire il giugno bolognese, e poi, dopo breve e salutare pausa, tutti a Cesena per godere dello spettacolo by night offerto dall’impianto romagnolo. Clou del convegno di metà settimana, un intricato miglio riservato alla leva 2014, corsa tecnicamente  riuscita,  nonostante il ritiro per infortunio di quello che poteva essere il favorito della contesa, Vento Spritz, sostituito in cima alle preferenze dal coetaneo Varden Baba, mentre i compagni di training Vanguardia e Van Helsing Font si dividevano il ruolo di alterntive all’allievo del duo Sarzetto/Pisacane. Partenza al fulmicotone, con tre cavalli su di una linea, Vampiria Gifont, Venanzo Jet e Varden Baba, mentre Vandalo Gio filtrava alla corda, poi, l’errore di Venanzo e il brusco anticipo di Vandalo su Varden Baba che ne causava l’errore e la squalifica, di galoppo anche Vampiria Gifont. Vandalo si ritrovava così leader ed al suo esterno avanzava Vanguardia ottenendo il free way ed in terza posizione,  Van Helsing precedeva la superstite Vanity Ans, poi, al mezzo giro finale, Van Helsing iniziava il suo pressing sull’alleata che a metà retta alzava bandiera bianca finendo alle spalle del coraggioso allievo di Maurzio Cheli, terzo, ma sol oper poco, Vandalo Gio, squalificato per la scorrettezza in partenza a vantaggio di una anonima Vanity Ans.
Nastri e doppio chilometro per sfida d’apertura, quattro anni alle prese e vittoria per la griffe Jet portata baldanzosamente in pista dal ritrovato Ungherese Jet, proposta del duo Borghetti/Farolfi e a segno in 1.19.4 su Utrilla Bye Bye e Unos Dias con il resto della compagnia a tabellone, poi, successo per Velvet Lux e Marco Stefani, ma rottura a corsa probabilmente vinta per Vallesina Jet, con Victor Leo e Velatri Lung giunti  alle spalle del vincitore, ascrittosi il ragguaglio di 1.16.9. Delusione alla terza per i supporter di uno spento Urbano Ferm, ai margini lungo i due giri di pista che hanno premiato ancora il marchio Jet della tenace Utopia, medesimo team del vincitore del prologo per una performance di spessore rifinita in 1.14.7 davanti al finisseur Ungaretti Ors e all’iniziale leader Uragan Francis. Testimone ai gentleman alla quarta corsa, miglio per anziani che il betting eleggere  Runa Horse  Matteo Zaccherini a plebiscitari favoriti senza però fare i conti con la forma e la carica agonistica del duo Salsa Piccante/Daniele Della Maggiore, movimentatori della sfida e vincitori in 1.16.7 nei confronti dei più attesi mentre al terzo posto si piazzava Pol De Leon Allez con il campano Andrea Nunziata. Cronometri bollenti alla sesta corsa, miglio per esperti velocisti con il match al betting tra Singer Del Ronco ed i compagni di franchigia Senator e Shiraz, entrambi di marca Roc, con Singer  preminente in 1.13. su Senator e sul carneade Tieppo Mrs. Pomeriggio che verte verso la sera e alle 18.30 tempo di Tqq, un handicap sui tre giri di pista che ha regalato il triplo ad un ispirato Andrea Farolfi,brillante interprete della vincitrice Trivet Caf, leader sin dal via e poi tonica nel difendersi sin sul palo dal serrate di Reflex Grif all’interno e di Saludos al largo, quarto lo stacanovista Loreto De Santana, quinta Pennabianca Horse.  Quote ora, ricca tris da oltre 300 euro, facoltosa la quartè a superare i 4300 e nessun vincitore, quasi di prammatica per la scommessa quintè.

> Torna Indietro