-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: Giovedì 23 Aprile Corsa TRIS

Assolo di Olmo del Sauro nel TQQ bolognese      
              
Giovedì nel segno della corsa Tris all’Arcoveggio, con gli anziani impegnati in un ben congegnato miglio che aveva in Pantera Del Pina una legittima favorita in virtù della forma al top esibita di recente  della giumenta di Renè Legati ed anche per il provvidenziale ritiro di Rivelino che  apriva vantaggiosi scenari tattici, mentre la vasta rosa di alternative comprendeva gli ospiti Olmo del Sauro, One Love e Paco Rabanne, non a caso collocati all’estremità dello schieramento. Corsa vivace sin dalle prime battute con Pleasant Jolly all’avanguardia presto sostituito da Pantera Del Pino che snocciolava parziali di vaglia per tenere a bada l’incursione di Olmo del Sauro, sempre più minaccioso sino a passare e staccare  in 1.13.1 ben sostenuto da Tommaso Di Lorenzo, mentre sul repentino calo della battistrada, Oklahoma Mn e One Love giungevano quasi apparigliati sul traguardo davanti a Pleasent Jolly ed al quinto si piazzava il carneade Power Treb. Nessun vincitore della scommessa quintè, di contro, molti i ticket che hanno incassato poco più di  140 euro per la tris e quota di 529 per un quartè ampiamente alla portata.
Prima manche del caldo pomeriggio bolognese, un miglio dallo stringato campo partenti riservato alle lady di tre anni, sfida che il betting sembrava riservare alle duellanti Trilly Wind e Touched By Love e che quest’ultima ha vinto con irrisoria facilità sotto la regia di Roberto Vecchione ed in consistente 1.16.0, davanti alla terza forza Tania Cr, promessa mai compiutamente espressa che un infortunato Pietro Gubellini ha affidato a Andrea Farolfi, mentre Trilly, ha completato un podio in perfetta linea con il pronostico, poi, plebiscitari favori per Sassegna Spritz e facile assunto per la quattro anni del duo Sarzetto/Farolfi preminente in 1.15.7 su Spirit Rok e Sissy Muttley. Buon rientro alle gare per il glorioso Illy Pan, undicenne campione di Moreno Maccagnani accompagnato sul gradino più alto del podio da un lucido Michele Canali che ne ha  proiettato la figura all’avanguardia respingendo i reiterati attacchi di un velleitario Rien Vdo per poi staccare in 1.151 davanti al diligente Laerte di Celo e a Pennabianca Horse, ed alla quarta, successo per l’indigena dai colori sloveni ed il training teutonico, Soncka, giumenta dal passo monocorde ma dal coraggio leonino che ha debellato le resistenze della sopravalutata Samba di Ruggi vincendo nelle mani di Peter Zadel in 1.15.8 davanti a Silente Tab e Shakera Maio. Di nuovo in pista i tre anni con l’arrivo della quinta corsa, miglio privato di un potenziale protagonista come Twin As e di  due validi routinier come Tortorella Jet e Terence Mark, il tutto a regalare alla promettente Turtuga il ruolo di prima scelta su Tindari Bi, ma alla prova dei fatti, debacle per la favorita e vittoria dopo arrivo a fruste alzate per Tindari Bi su Tatanka As, media di 1.16.6 per il pensionario di Trevellin guidato da Alessandro Fonte , mentre a qualche lunghezza, Taila Spritz ha conquistato la medaglia di bronzo ed alla sesta, coast to coast vincente per Mercury  Roc e Michela Racca a segno dopo svariati piazzamenti ed una lunga astinenza dal gradino più alto del podio, 1.14.7 il ragguaglio, con Miracle Bieffe e Nadine Bi a scortare il vecchio fighter di casa Rocca sul podio bolognese. Cadetti di buon lignaggio si sono sfidati alla settima sulla selettiva distanza dei duemila metri, solo terzo Super Op, movimentatore di  gara che ha visto Sofort Rl conquistare l’iniziativa dopo breve scaramuccia a con Sylvan Zs  e concedere strada allo specialista Stratocaster che a suon di parziali e a media di 1.15.7 ha dominato la contesa sotto l’abile regia tattica di un ispirato Andrea Farolfi, autore di un significativo doppio, mentre il diligente Sofort è giunto buon secondo.

> Torna Indietro