-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 18 APRILE 2017

Vertigo Spin sogna in grande nel giorno di Platone Gso
 
 
Un caldo giovedì di trotto e spettacolo, ha proiettato Bologna ai vertici dell’ippica nazionale, con i tre anni padroni della scena nel pomeriggio aperto dal passaggio del Giro d’Italia sule strade della provincia e chiuso dalla disputa del Tqq. Clou per sette e match annunciato dal betting con Venariareale Font e Vertigo Spin a disputarsi la palma di favoriti, quota pressoché uguale per la femmina di Bondo e per il giovane neo allievo del duo Ehlert/Vecchione con gli altri relegati a ruolo di comprimari ad eccezione della bisbetica Virus. Allo stacco della macchina Vertigo ha assunto l’iniziativa su Venariareale, Virus ha abbandonato la compagnia vittima di un irrimediabile svarione, gli altri si sono posti in una lunga fila indiana chiusa da Velvet Dancer, ed al passaggio, velleitaria sortita esterna di Vitalis Grif che ha costretto il leader ad un  progressivo aumento della cadenza, mentre Varrior Spin andava a coprire Venariareale. Sulla piegata finale, il leader accelerava , l’azione di Vitalis Grif perdeva efficacia e Varrior si trovava costretto a spostare in terza ruota con Venariareale ad insinuarsi in open stretch per conquistare la piazza d’onore dietro a Vertigo, autore di un parziale conclusivo da autentico primaserie che lo portava a chiudere alla media di 1.16.1 lasciando Varrior al terzo posto.
Leva 2014 in scena nella prova d’apertura con i gentleman alle redini ed il netto successo di Vanity Fair , 1.17.5 il ragguaglio per la tre anni affidata a Filippo Monti da Alessandro Gocciadoro, che ha mantenuto fede al ruolo di favorita precedendo di una decina di lunghezze i coetanei Velina Si e Vasco Rossi, poi, cadetti a ranghi ridotti ma dalle eccellenti doti atletiche, con Usiku e Lorenzo Baldi a segno dopo percorso di testa chiuso in 1.15.1 su Uragano del Pino, terzo il movimentatore della contesa, Ubico Castenada, al largo per quasi un chilometro a palesare forma al top e grinta leonina. Ancora un favorito a segno alla terza corsa, questa volta è toccato a Unadimaggio tener fede al pronostico vincendo in  1.14.6 dopo aver attaccato per oltre un giro il coraggioso Ussaro Egral, terzo Universe Trebì con la vincitrice magistralmente interpretata da Alessandro Muretti in luogo di Enrico Bellei, rimasto in Toscana, poi, performance  monstre per il ritrovato Sonny Side, anziano routinier che Giuseppe Zanca ha affidato a Roberto Vecchione in forma strepitosa tanto da far registrare una siderale  1.13.3, media che gli ha consentito di lasciare a rispettosa distanza Ravenna e a Special Matto regalando il secondo hurrah di giornata al catch campano. Non c’è  due senza il tre recita la massima e Vecchione ha prontamente rispettato il detto accompagnando ad un comodo coast to coast la velocista Terrible Girl, sfortunata sette giorni orsono in gentleman ed oggi facile alla meta su Sabrimar e Omnia Bro per una trio tutta in rosa. Dopo due partenze rinviate, la tris è andata in scena con Oregon Baby battistrada alla giravolta presto sostituito da Orfeo Jet, con il biondo alfiere di Andrea Vitagliano, interpretato da Roberto Vecchione, a snocciolare parziali di pregio che però non irretivano la risalita del favorito Platone Gso che dopo arcigno pressing passava per staccare in arrivo a confermare giornata propizia per i più attesi,  mentre uno stanco Orfeo Jet finiva preda di Oregon Baby e Teseo Gas, con Roberto Grif quinto di misura. Quote popolari per la tris, poco sotto i 60 euro, e la quartè a 113, non male la quintè schizzata a 1200 per l’ingresso nel marcatore e finalmente premiata  in via di Corticella.

> Torna Indietro