-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 13 NOVEMBRE 2014

La rotta vincente di Timone Ek
Giovedì  per giovani virgulti all’Arcoveggio, con uno sparuto manipolo di esponenti della leva 2012 a sfidarsi sotto i nuvolosi in un miglio che riservava il ruolo di plebiscitario favorito al betting, un po’ per un ruolino di marcia piuttosto convincente del portacolori lombardo allenato in quel di Migliarino Pisano dal campano Gennaro Casillo, molto per la guida di Enrico Bellei e finanche per la pochezza degli avversari. A simile premessa è corrisposta una facile affermazione inu n banale 1.18.0, con tre soli cavalli al traguardo e Timone a seguire una rotta lineare nonostante l’ambizioso tentativo messo in atto da Tecco Wel Cam e Max Castaldo di giocarsi le proprie chance all’avanguardia, scelta naufragata sulla piegata conclusiva a causa di un’improvvida rottura mentre alle spalle del favorito sono giunti nell’ordine Thunder di Poggio e Torres dei Greppi. Prologo con il brivido per la caduta al termine della prima piegata di Re Fosco Font e Filippo Monti, con il leader nazionale un po’ acciaccato ed il cadetto di Lamberto Barbieri anticipatamente al box e la vittoria di Matteo Zaccherini e Renegade Prav dopo corsa di testa chiusa in 1.17.6 sui trascurati Rene’ D’Orio e Rosalind Leo, poi, qualche bizza nel warm up per Papalla che però in gara ha mantenuto fede al ruolo di attesa protagonista dominando in 1.15.2 su Ohio Fks e Pedro Almodovar bagnando con la vittoria la prima uscita agonistica sotto l’egida di Alessandro Gocciadoro. Prima parte del convegno assai propizia ai soggetti più attesi, con Sofort Rl e Lorenzo Baldi a segno in 1.17.8 su pista allentata e nonostante i reiterati tentativi promossi al loro esterno  da Saba e da Strillozzo Jet, quest’ultimo ancora terzo dietro a Stella DI Stelle minacciosa sul leader nelle fasi finali ed alla quarta, coast to coast vincente per Rosy Alan, giumenta di scuola cremonese che Mauro Guasti ha proiettato in avanti irretendo ogni sforzo del favorito Ryu dela Luna e salvandosi agevolmente e al ragguaglio di 1.17.5, dal forcing interno di Renzoroso Treb e del convincente Revolver, vittima tra l’altro di un errore al via. Assai apprezzato in sede di antepost, il binomio felsineo Silente Tab/Maurizio Cheli ha risolto con abilità e sagacia tattica la pratica vittoria alla quinta, spaziando in 1.17.1 sul carneade Spirit Rok e sulla vicina di casa Sissy Muttley, di stanza anch’essa all’Ippocampus  presso la scuderia di Bat Congiu, con un altro inviato dal training center sito in via Mori a Castelsanpietro ,Occulto, a segno alla settima sull’ospite nordestino Pitter Starlight e su modenese Lucky Malva, il tutto in 1.19.9 sulla media istanza e con Francesco Virzì alle redini, bravo a raddoppiare in chiusura grazie all’ottima vena della velocista di giubba trevigiana, Olimpia Cielle, che in open stretch ha beffato l’iniziale battistrada Priscilla Bi, mentre al terzo posto è giunto un deludente Oroscopo, atout poco incisivo per il top driver Enrico Bellei.

> Torna Indietro