-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: Giovedì 10 Novembre

Tra nastri e media distanza spunta Ultras Grif
 
Tre anni in cima al cartellone nel giovedì del trotto bolognese, sette i binomi al via, chiamati ad un difficile impegno che prevedeva partenza con i nastri e duemila metri da percorrere, il tutto in un contesto estremamente omogeneo che eleggeva Ursula Horse favorita, pur  di misura su Urlo D’Ete, Unire Jet e Ultrs Grif. Dopo una prima partenza richiamata, Unire Jet conquistava  l’iniziativa su Ursula Horse e Ultras Grif,  con Roberto Vecchione pronto ad addormentare il ritmo sino al giro finale, dove, Vp Dell’Annunziata lanciava  Urlo D’Ete in un lungo attacco al quale si associava il panzer di Andrea Vitagliano,Ultras Grif ed i tre cavalli, perfettamente allineati, percorrevano la piegata finale, al termine della quale Unire perdeva qualche battuta, Urlo D’Ete cedeva e Ultras Grif passava per vincere in 1.16.3 vanamente inseguito da Ursula Horse, seconda sullo stremato Unire Jet. Prologo del fresco pomeriggio, un miglio per due anni alla ricerca del primo successo in carriera, missione compiuta per Velvet Dancer davvero trasformato dalla “cura” Gocciadoro e vincitore  in  1.16.6 dopo percorso d’avanguardia, su Victor dei Ronchi e Victoria Ek, mentre l’atteso Very Good Si è finito a tabellone dopo aver gravemente sbagliato in partenza, poi, tutto facile per Up Lady Cr e Roberto Vecchione , vincitori in 1.15.1  davanti a Umber Kronos e Universal mentre  Urogallo Jet ha sciupato una performance di assoluto valore, sbagliando a pochi metri dal palo e Umbral ha subito gli strali della giuria pagando con un allontanamento la scorrettezza commessa dal suo interprete. Sembrava in una botte di ferro il binomio favorito Patroclo Fks/Zaccherini, in testa senza grossa spesa e mai attaccati lungo il percorso, ma in evidente empasse  nei metri finali a tutto vantaggio dell’accorrente Noram Lb e della sua intrepida partner Rebecca Dami, che in 1.17.3 sono passati  in prossimità dell’ arrivo mentre un minaccioso Oktober Fest ha conquistato il terzo gradino del podio, poi, alla quarta, giravolta veloce e coast to coast vincente per Antonio Galluccio ed il suo Maiko Del Sile, mentre per le piazze, l’atteso Loreto de Santana ha preceduto il toscano Robedamaschi Mark. Copione rispettato alla quinta con Turkana e Lorenzo Baldi facili alla meta in 1.15.8 e alle loro spalle ad intervallo, Taylor Matto e Truxelli . Settima del convegno funestata dall’incidente occorso a Maurizio Cheli quando ormai la corsa si stava avviando all’epilogo, caduta con conseguenza non trascurabili, per lo sfortunato driver bolognese e prova ripetuta  che ha visto qualche defezione e che ha registrato il successo di Tema del Nord su Teddy Bear e Tiger Del Colle, 1.16.0 la media per la sorella del celeberrimo Ghiaccio del Nord guidata per l’occasione da Marco Stefani, ed all’ottava, arrivo a fruste alzate tra i califfi delle redini lunghe Vecchione e Bellei con quest’ultimo premienente in strtta foto sull’avversario grazie al colpo di reni di Paolo Om sul leader Sisco Gan, mentre Roi de Coeur ha completato il podio ed il cronometro ha sancito in 1.15.6 la media al chilometro del vincitore e del suo runner up
 

> Torna Indietro