-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 07 NOVEMBRE CORSA TRIS

Una Tris con brivido
 - Giovedì di Tris all’Arcoveggio, in programma, una sfida intergenerazionale tra quattro e cinque anni con  quindici binomi al via ridotti di un’unità per il ritiro del cesenate Orlando Blue e capeggiati al betting da Prua As, ennesimo atout di giornata per un Gubellini che si presentava al via con un bel triplo da esibire, mentre Ostro Jet e Onoria ne rappresentavano le logiche alternative. Thrilling al via,  Prua di galoppo imitata poco dopo da Onoria e Oxian Bi al comando presto rilevata da Olimbiast, con Prinz Del Vento a tabellone e Ostro Jet al largo in scia a Pandaz Di Mazval. La battistrada manteneva ritmo compassato trascinandosi Oxian Bi con Omar Om nei pressi e Ostro Jet pedinato da Orione Trio, il tutto sino ai quattrocento finali , allorchè Ostro Jet scattava in terza ruota sul calo di Olmbiast ponendosi al comando ma uno svarione a pochi metri dalla zona off limits ne inficiava lo sforzo a vantaggio di Ollolai, apparso dal nulla con Maurizio Cheli alle redini e vincitore in 1.17.5 su Orione Trio e Omar Om,con Pandaz di Mazval al quarto e Originator al quinto posto. Quote di tutto rispetto, trio a sfiorare i 1.800 euro oltre i 21.000 la quartè con l’arrivo shock a generare l’ennesimo jack pot made in Bologna  Prologo per due anni  come da collaudata consuetudine e vittoria in 1.18.3 di Swami Gams e Roberto Vecchione dopo percorso manovrato nei confronti del favorito Stardust Men e di Sisco Gan, encomiabile battistrada sin dal via ed ancora in quota nonostante i reiterati quanto vani attacchi di Smeralda Ross e pronta replica alla seconda per la leva 2011 con Suerte’s Cage sul gradino più alto del podio in 1.17.5  e Vecchione ancora nel winner circe dopo magistrale regia tattica, mentre Sama e Saarland hanno completato il podio. In un pomeriggio contraddistinto dalla presenza del gotha delle redini lunghe ,primo acuto di Gubellini alla terza corsa, con il driver meneghino e Rumba Jet a segno alla maniera forte in 1.15.0 ed a quota di tutto rispetto, 5/1, davanti a Resora Lb e Radenska D’Aghi, mentre alla quarta Michele Canali e Pegasoz hanno rispettato il pronostico vincendo in stretta foto su Papaua dei Greppi e Pay Horse tutti in linea al ragguaglio di 1.17.3. Gubellini pareggia il conto con Vecchione alla quinta corsa dopo acceso match, due a due il report vittorie con Nigeria Jet e Nobody Want You a dibattere sin sul palo e la giubba gialla dei Toniatti prevalente sulla franchigia toscana di Maria Russo e con Istrice Gianfi al terzo posto,  mentre alla sesta Rien Dvo a segno e rien a faire per gli avversari, 1.15.0 per l’allievo di un lanciato Gubellini, con gli altri a distanza siderale capeggiati da Rio di Roberto, secondo su Rubens Grad. In attesa dell’epilogo delusione per i sostenitori del plebiscitario favorito Ideal Nor Fro, imprigionato alla corda e poco reattivo nelle fasi conclusive con Odysseus Oi e Manuel Galeazzi a segno dopo percorso all’avanguardia su Opinion Roc  e Nara Cast  in un anacronistico 1.18.5, figlio di una stucchevole melina e di una normalmente veloce retta d’arrivo.  
 


> Torna Indietro