-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 07 DICEMBRE 2017

Non si batte il veloce Tinto
 
Pomeriggio dai tratti primaverili all’Arcoveggio, anziani a farla da padrone nel clou, riservato a velocisti di vaglia con nove soggetti al via ed una intricata trama tattica e anche nell’accattivante  handicap posto in coda al convegno e abbinato alla scommessa tris, quartè e quinte’, con ben diciotto partecipanti divisi in tre nastri . In nove al via, i protagonisti del centrale pomeridiano avevano nel veneto Tinto un favorito dalle solide credenziali, ruolo che l’allievo di Alessandro Pieropan, interpretato da Marco Stefani, ha fedelmente rispettato, assumendo la leadership della corsa dopo breve scaramuccia con Usher Kris e mantenendola sin sul palo nonostante i reiterati tentativi lungo il percorso di Toscanini Grif, poi terzo dietro alla diligente Usher, ragguaglio, per il portacolori di Giovanni De Romedi di 1.14.6. Chiusura in grande stile con l’emozionante tqq, ricca di colpi di scena, attacchi inusitati, scelte tattiche arrembanti, e con la vittoria, a quota choc di 42,72 dei toscani Pericolo Muttley e Sandro Capenti, scattati a mezzo giro dal termine dopo aver assistito alle scaramucce tra il leader  Uriel Francis e gli attaccante Casillas Hall e Seta Pura Spin, averli colti in crisi per vincere sulla encomiabile Seta Pura Spin ,ancora vitale in arrivo mentre Rosalind Leo ha beffato Uriel Francis e Pirata Om, ha completato il marcatore dopo comodo percorso alla corda.  Quote record conseguenti ad un arrivo davvero impronosticabile dal quale mancavano i non pervenuto Casilla Hall e Rob Mabel giusto per citare i più attesi con la tris a regalare oltre 3115 euro ed il quartè addirittura a 6083, deserta la fila deistanata ai vincitori della scommessa quintè.
Apertura di pomeriggio con un occhio a Milano e a Parigi ed uno alle 10 Z alla ricerca del primo successo in carriera, mission che ha arriso alla modenese Zoe Amg, diligente allieva di Mirko Bvrevini venuta in arrivo a battere la movimentatrice Zecca Vecchia Cla che aveva debellato le resistenze di una labile Zumba Pizz, terza Zaira e media, per la vincitrice, di  1.17.4. Tre anni dal modesto curriculum si sfidavano alla seconda,  con la labile favorita Violetta Pizz presto in debito d’ossigeno e l’attaccante Vivienda di galoppo dopo averne perfezionato il sorpasso, free way quindi per Vionemar che sul palo rintuzzava l’incisivo finish di Vortice Leo mentre Vassallo continuava la si suite di piazzamenti finendo al terzo posto, il tutto in più che valido 1.16.6, poi, gentleman in vetrina e coast to coat vincente, non senza patemi in arrivo, per Taby e Fabio Marchino sugli arrembanti Sognatore Adri e Massimo De Luca, in  1.16.6, al terzo posto un diligente Tiago di Ruggi. Ancora anziani alla quarta con uno  spettacolare arrivo a tre che vedeva coinvolti Nicoz, Regina Fks e Solimano, tutti simultaneamente sul palo a media 1.16.4 ed il fotofinish a sancire la vittoria di Solimano e Marco Basile su Nicoz e Regina Fks, per una risarcitoria consolazione dopo l’inusitato errore di Viviena da parte del trainer Nicola Salacone, mentre alla quinta, Sunrunner e Antonio Greppi vittoriosi dopo convincente percorso di testa nei confronti di un aggressivo Tiger Allez, mentre il carneade Sheridan Treb ha conquistato la terza posizione, media, per i vincitori, di 1.15.1 e delusione per i numerosi sostenitori di uno spento Sampey Zs.
           
 
> Torna Indietro