-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: GIOVEDI' 05 GIUGNO

      Un giovedi' dai tratti giovanili
 


Belle corse e temperatura in linea con l’incipiente stagione estiva per il giovedì dell’Arcoveggio, tre anni in cima al cartellone e un corollario di qualità con gli anziani protagonisti del sottoclou il tutto contraddistinto da velocità rilevanti e da svolgimenti tattici all’insegna dello spettacolo.  Apertura di stampo giovanile e vittoria, la prima di una promettente carriera, per Sinead Prad, allieva di Alessandro Gocciadoro che in 1.15.2 da lasciato ad ampio margine Shaloma Baba e Serpico Treb,
mentre alla seconda, gentlemen a bordo di ottimi cadetti con Filippo Monti sempre più vicino alla vetta della classifica di categoria grazie al successo ottenuto ai comandi di Renzorosso Treb leader sul free way di Rachmaninov Bibi e poi preminente in 1.16.6 su Reflex Grif e Ronaldinho Tres. Ancora la leva 2010 in pista per una terza corsa che ha ribadito la forma di Romina Ama, giumenta allenata da Holger Ehlert, che in 1.14.5 e sotto l’egida di Roberto Vecchione, ha sbaragliato il campo vincendo sul tenace Robin Hood Om e sul finisseur Rughy Delle Selve, poi, anziani dal solido curriculum e vittoria a media di tutto rispetto, 1.14.2, per Orfeo Jet, biondo alfiere di Andrea Vitagliano autore di un pregevole  coast to coast chiuso agevolmente  davanti a Perdasdefogu e Phoenix Etoile, alla quinta, conferme di ritorno alla piena efficienza per Padania Zeta, la cinque anni di uno scatenato Ale Gocciadoro che ha impreziosito la sua prestazione con un ragguaglio record di 1.13.8 sulla media distanza, rendendosi intangibile ai velleitari avversari capeggiati da Prodigio, secondo sul compagno di training Osiride Ron. In sei per il ritiro di Suzukygal, i protagonisti della sesta corsa hanno confermato la tendenza alla velocità del giovedì bolognese, con Stella di Azzurra a regalare il triplo ad uno scatenato Gocciadoro vincendo in 1.14.1 su Simona Om, che aveva guidato sin dalle prime battute e su Suerte’s Cage, encomiabile terzo dopo svarione in partenza. Equilibrio al betting e standing elevato alla settima, miglio per anziani che ha perso nelle fasi iniziali Panzer Roc, Mastro Lollo e Puntarenas Ranch, ma che ha regalato pathos ed un arrivo a fruste alzate tra il leader della prima ora Obelix Np, l’attaccante Piro Piro Jet ed il grintoso Privacy De Gloria con Piro Piro preminente in 1.13.9 dopo due giri al largo su Obelix e Privacy, giunti in un fazzoletto e divisi sol oda una lunghezza sul traguardo, mentre alla ottava, aspiranti allievi alle prime uscite pubbliche e vecchie glorie ad accompagnarne le gesta, per la vittoria di misura in 1.16.1 di Iari Ref e del fratello d’arte Manuel Pistone, sull’accorrente Pussycat Francis mentre la diligente One Piece ha regalato il podio a Giulia Deschi


> Torna Indietro