-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: DOMENICA 9 MARZO

Rossini Laser le suona ai favoriti
- Domenica dai connotati internazionali per gli amanti del trotto, con la kermesse francese di Cagnes Sur Mer a calamitare le attenzioni  e l’Arcoveggio ad offrire un eccellente palinsesto pur senza disdegnare un occhiata alla vicina Firenze ed al vernissage classico riservato alla leva 2011, il tutto in una cornice assolata e ricca di eventi collaterali nel segno della Festa Della Donna.. Menù bolognese aperto dalle femmine di tre anni impegnate sulla distanza del miglio con Sunrise Dancer e Federico Esposito prime scelte al tot e preminenti sul palo dopo aver pedinato una inconcludente Suza D’Aghi e chiuso in 1.16.7 davanti a Shakira Maio e Sarule, poi, “pallino” ai cadetti e vittoria in 1.16.3 per Ragensbourg perfetto opportunista ben diretto da Salvatore Valentino che ne proiettato la sagoma in open stretch per battere la leader Rachele Trio mentre il favorito Ready Wind ha conquistato il terzo posto dopo percorso d’attacco. Terza del pomeriggio e prima delle due sfide in rosa della domenica, un miglio per anziani con in sediolo undici amazzoni dopo il ritiro della coppia Neverland Dl/ Iolanda Iannaco ed il pronostico indirizzato su Orlando Blue e Michela Rossi, binomio assai affiatato che però ha dovuto inchinarsi alla freschezza atletica del grintoso Lobac e alle abili scelte tattiche di Alessandra Devidè, con Omega D’Alfa e Monica Gradi eccellenti terzi ed un ragguaglio di 1.16.3 a confermare la forma del vincitore, allenato da Ettore Vairani, poi, gentleman e quattro anni nel segno del più diffuso equilibrio con una prima edizione stoppata da una caduta sulla prima curva che ha  coinvolto Radar e Stefano Mason con Rania De Gloria e Monica Gradi e che alla ripetizione ha visto il binomio veneto, Radar e Mason, appunto per nulla scalfiti dal sinistro e facili vincitori in 1.17.4 dopo percorso di testa su Rasa Bax e Rika, favorita al betting ma poco incisiva alla prova dei fatti. Dopo aver ammirato un emozionante arrivo in Costa Azzurra tra il bolognese Canali e il piemontese trapiantato a Granarolo, Filippo Monti, partner rispettivamente degli indigeni Occhiata Jet e Oro Fks, giunti nell’ordine e divisi da un soffio, il pubblico felsineo ha applaudito  il capolavoro tattico di Monica Gradi che con la trascurata Nicol Grad ha beffato i favoriti Ontheroad Again e Osiride Ron, giunti nell’ordine alle sue spalle dopo aver movimentato la gara, il primo nelle fasi d’avvio, il secondo durante tutto l’itinere, in un brillante 1.16.9. Cronometri bollenti per la disputa del clou, sesta corsa della domenica con i  cadetti guidati al gioco dal globe trotter Rufoli Lung, toscano di nascita e di iniziale scuola modenese, primo passo di una carriera proseguita in terra scandinava non senza soddisfazioni ed un presente agli ordini del team Bondo. Poca gloria per il favorito guidato da Federico Esposito, vittima di una irreparabile rottura dopo aver tentato di sorprendere il battistrada Roger Prav, recente vincitore sulla pista e leader sino a pochi metri del palo Dove è finito preda della maggior freschezza di Rossini Laser, che in 1.14.9 ed a quota di 14,51 ha risolto la partita ben coadiuvato da Edoardo Baldi, mentre Rincope Jet è giunto terzo dopo aver vivacizzato il secondo giro di corsa. E’ scesa in Toscana anche la settima corsa, un miglio per tre anni falcidiato dalle rotture e concluso vittoriosamente da Sei Mia Sm e Afrim Schmidra su Scheggia Grad e Roberto Gradi mentre al terzo posto è giunta Stella Del Vento ed in chiusura, Pickering e Gianni Targhetta a sfrecciare in 1.15.4 sul favorito Ongaro e sulla battistrada Perla Nera Grad, che ha venduto cara la pelle contro i due maschietti giostrando al’avanguardia a suon di parziali.
 


> Torna Indietro