-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

RESOCONTO CORSE: Domenica 6 Gennaio 2017 GP Vittoria

Vittoria 2017 griffata Oncle PhotoVl
 
Cielo terso, freddo pungente ed un pubblico attento ed entusiasta hanno caratterizzato la giornata dell’Epifania all’ippodromo dell’Arcoveggio, con tanti eventi collaterali a rendere accattivante il pomeriggio dedicato al Gran Premio Della Vittoria, primo eventi classico stagionale nel quale undici dei migliori anziani in attività lungo la penisola si sfidano sulla distanza maratona dei 2400 metri. Favori del pronostico per Suerte’s Cage, vincitore in bello stile pochi giorno orsono sulla pista e già nel 2016 atteso alla ribalta nel Vittoria, in alternativa, Rorimac Baba, Sonny Club e l’esperta Padania Zeta. Dopo un primo segnale annullato, Rorimac Baba scendeva alla corda precedendo Sonny Club ed all’esterno Roberto Vecchione proiettava Tethis Moon ai fianchi del leader per ottenere il free way e guidare dopo 400 mr di gara, a centro gruppo, il favorito precedeva Rombo di Cannone, di galoppo Papalla e TravotaTreb, subito squalificati. Souplesse della leader e mossa al largo per Rombo di Cannone seguito da Suerte’s Cage con in scia Oncle Photo, gli altri allo steccato come da copione. A mezzo giro del tarmine Rombo perdeva via via mordente e Surte’s scattava al suo esterno offrendo la scia a Oncle Photo Vl, allo steccato Rorimac Baba filava Tethis Moon,nelle retrovie la rottura irreparabile di un’ardente Top Model, ed in retta scatto esterno di Oncle Photo sul calo di Suerte’s mentre Tethis subiva l’attacco interno di Rorimac Baba e sul palo, Oncle Photo e  Federico Esposito,ancora a segno, Rorimac diligente secondo e Tethis terza dopo aver guidato per 2400 metri,  Il bel corollario partiva nel segno dei tre anni e con il match tra Vinc di Grifalco e Velvet Dancer risolto dal primo dopo sicuro percorso d’avanguardia sotto l’egida tattica del califfo Enrico Bellei, da oltre due decenni dominatore del trotto italiano e più che mai deciso a ribadire anche nel 2017 la sua supremazia, mentre al terzo posto,  discosto è giunto Veronese, con il vincitore accreditato del ragguaglio di 1.17.6, mentre alla seconda, con il testimone ai neo quattro anni, successo per Uilgrim e Roberto Vecchione nei confronti di Urali Grif e Ulalia, il tutto in 1.15.7 e con la favorita Ussarina Trgf a tabellone per un grave errore sulla piegata finale. Prima vittoria in carriera per Vincitò Indal alla terza, con l’allievo di Renè Legati a segno dopo corsa d’avanguardia chiusa in 1.19.0 su Vivamar e Visy Pan, ed alla quarta, con in pista gentleman e cadetti, qualche problema nelle fasi d’avvio del primo segnale, mentre al secondo tentativo Thomas Manfredini ed Ugo Risaia Trgf si sono issati al comando rendendosi intangibili agli avversari ma finendo squalificati per una grave scorrettezza perpetrata in partenza lasciando così la vittoria agli outsider Ulder Nord Fro  e Ghirardini che in 1.17.5 hanno preceduto Udet e Uragano Spritz. Anziani di buon lignaggio alla quinta corsa, miglio risolto in  1.15.8 dal favorito Talent Bi alle cui redini, Enrico Belei ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per aver ragione di Scarlet Matto, ancora seconda dopo aver subito reiterati attacchi lungo il percorso, terza Samba di Ruggi. Un bell’invito sul miglio offriva l’ennesima chance di successo alla laureata del Due Torri, Tamia Jet, con l’allieva di Lorenzo Baldi a segno in 1.13.8 sulla encomiabile Pantera Del Pino e sul battistrada Paco, ed in chiusura, corsa tris ,quartè e quinte lottata a temperatura ampiamente sotto lo zero termico con Ortensia Pit vittoriosa in un siderale 1.16.5  con Antonio Greppi alle redini ed un lanciato  Lorenzo Baldi al training, secondo Seveso su Stiaccino Jet e Love Inside, quinto a sorpresa ed unico dei penalizzati nel marcatore,  il campano Silven Grif per quote di tutto rispetto che citano   979, 21 per la Tris,  4.120,95  alla quartè ed un corposo jack pot per l’indomani causa nessun ticket vincente per la quintè

> Torna Indietro