-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

Resoconto corse di martedì 4 Settembre

 -  La tqq pomeridiana  premia il tredicenne Lotar Bi  - Appendice stagionale all’ippodromo del Savio con la luce del giorno ad illuminare il convegno di corse incentrato sulla tqq e nel quale spiccava anche la sfida tra le rappresentanze degli ippodromi principe dell’estate italiana, Montecatini e Cesena, a cui hanno aderito driver dilettanti abbinati ad altrettanti anziani di lungo corso.
Grande attesa per Lotar Bi nel clou di giornata, con il tredicenne allievo di Alessandro Raspante e guidato nel frangente da Roberto Vecchione, autore di coraggioso percorso al largo sulle tracce di un ‘intraprendente Udue Effe, giumenta di Giorgio Cassani che alla giravolta aveva preso la meglio su Roberta D’Ete, fuggendo a gambe levate per  tutto il percorso e perdendo solo in prossimità del palo dall’esperto avversario, che in 1.15.4 tornava al successo, il secondo del 2018,  dopo quello ottenuto in apertura di stagione, mentre Roberta D’Ete precedeva l’attesa Un’Altra Grif con Sport D’Anzola a completare il marcatore.
Quote di assoluto interesse con la quintè cesenate ancora senza vincitori e la tris sopra i 282 euro, poco sotto i mille la quintè.
Tris nazionale in apertura e nessun patema per il futuribile Zeppelin Kyu Bar, un allievo del sempre più lanciato Alessandro Gocciadoro dalla regale genealogia e dall’aitante modello, che in 1.16.7 ha fatto il vuoto dietro di sé bissando la vittoria ottenuta all’esordio, mentre le marchigiane Zobeide Erre e Zabrina hanno conquistato secondo e terzo posto. Poi, alla seconda, ancora i nati nel 2015 in pista per un miglio declinato al femminile ed i favori del pronostico per Zanna Dei Venti, allieva di Gennaro Casillo con Bellei alla regia tattica ed in alternativa, la sorella d’arte Zebria, consanguinea di Orsia e Vetruvio che però ha deluso finendo nelle retrovie mentre la vittoria è andata alla coppia più attesa che in 1.16.4 e non senza qualche patema hanno respinto il forcing conclusivo di Zaila D’Ete e Lorenzo Baldi mentre l’allieva di Roberto Vecchione, Zaira è salita sul terzo gradino del podio.
Gentleman ed anziani si sono dati battaglia in un spettacolare handicap programmato sulla breve distanza, con Maddalena Varsori ed il suo Tony Spritz lepri irraggiungibili per Monica Gradi, Toscano Bieffe, attardatisi nelle fasi d’avvio e poi autori di grintoso inseguimento sfociato in una positiva  piazza d’onore nelle immediate vicinanze dei fuggitivi, terzi i veneti Tesla e Massimo Bressan, media  di 1.15.4 per il vincitore, rivisto in eccellente assetto.
Cielo imbronciato all’ingresso in pista dei partecipanti alla “corsa dei Sindaci”,  con la compagine termale al primo e secondo posto grazie alla eccellente condotta tattica di Caterina Dami che ha atteso la retta d’arrivo per portare all’attacco il suo Ubay Doc e vincere in 1.16.9 nei confronti della coppia Uno Cualquiera/Fanucci terzi, l’attesa  Tratalias e Servidei, boxeur romagnolo che ha salvato l’onore dello spento quartetto cesenate.
Puledri all’imbrunire e grande attesa per Axl Rose, l’erede della campionessa Linda di Casei che scendeva in pista con i favori del pronostico dopo una eccellente prova di qualifica, ma che una volta portato al comando da un deciso Vp, cedeva inesorabilmente per la delusione dei suoi estimatori, mentre Massimo Barbini e la sua Atlantide si affermavano su Ares Del Ronco e Arizona Jet; per la figlia di Cannoniera, altra madre celebre, media di 1.17.9 e prima vittoria in carriera. All’epilogo, tutto come da copione, Voilà Buio al comando, Vivienne nella sua scia e Violet Trebì in pressing, con la leader a segno in 1.15.9 sancendo il raddoppio di Enrico Bellei, Violet nei prevedibili  panni della damigella d’onore e Vivienne diligentemente al terzo posto.
Prossima riunione, l'ultima per la stagione 2018 dell'ippodromo cesenate, venerdì 7 settembre, questa volta con inizio anticipato alle ore 17.30 (termine alle ore 20.00)
> Torna Indietro