-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

RESOCONTO CORSE DI MARTEDI' 28 GIUGNO PREMIO RADIO INTERNATIONAL- CORSA TRIS

Tinto spazia in bello stile al Savio

Un martedì dalle divertenti proposte tecniche ha regalato emozioni e numeri di alta scuola in tutte le sue otto manche agonistiche, con il Savio accogliente salotto, che sotto la luce dei riflettori ha accolto un significativo numeri di spettatori, liberi, per una notte, da  impegni calcistici assai pressanti nel periodo. Clou dal campo partenti stringato ma contraddistinto da eccellenti partecipazioni, su tutte, quella del  veneto Tinto, pupillo di Carlo Rossi per il quale si è scomodato dal suo buon ritiro francese , il top driver Roberto Andreghetti che ha condotto il velocista nato sui prati di Meolo ad un facile successo in 1.14.5 davanti ad un grintoso Tale Inno e a Tacos Font, l’unico a contrare il favorito nelle fasi iniziali, trasformata dal binomio vincitore in uno stop and lautamente retribuito. Favoriti subito in vetrina al primo assaggio agonistico della serata,  la plebiscitaria scelta del betting,  Unicum Rl è andato a segno con irrisoria facilità nei confronti di Umber Kronos e Ulena del Rio alla significativa media di 1.15.7, ben assecondata dal beniamino del pubblico cesenate Roberto Vecchione ed alla seconda, copione rispettato ma con qualche patema in più per Sky Dancer, oggi in versione Thomas Manfredini, con il difensore del Vicenza calcio, freddo interprete del non facile cinque anni allenato da Alessandro Gocciadoro, che in 1.14.6 si è lasciato alle spalle un tonico Orfeo Jet ed il trascurato Onorato Mark.  Tutto facile per Terrific Pick alla terza corsa, con la giumenta dai natali teutonici, così come training e proprietà, peraltro, ha spaziato  in 1.15.2 regalando la seconda vittoria in serata al califfo Vecchione, mentre  Tiffany Effe e Tina Trio si sono divise il podio da brave e diligenti vallette, poi, alla quarta, ritorno al successo per lo statuario Skroce D’Aghi, sauro di Giorgio Cassani a segno in 1.16.4 dopo percorso manovrato sull’estremo outsider Spartakuss e sul favorito Socrate Benal , autore di scatto tardivo dopo evenienze tattiche per nulla favorevoli , mentre alla quinta, miglio per solidi anziani inserito nel palinsesto della tris nazionale, con quartè e quintè annessi, arrivo a fruste alzate tra Patatrac Fez e Omsk dei Greppi, giunti poi nell’ordine sul traguardo con il vincitore ad ascriversi la media di 1.14.6,  mentre Rivelino ha chiuso il discorso tris, precedendo Power Trio e One Arrow Gar, le cui performance assai positive hanno completato in bellezza quartè e quintè. Quote di assoluto rispetto, che svariano dai 108 euro per una tris tutto sommato pronosticabile, ai 726 euro del quartè , sino alla siderale vincita di oltre 14.800 per la scommessa quintè. Anziani, nastri e la distanza del miglio, ricetta  no usuale ma spettacolo assicurato alla sesta corsa, con Vecchione a servire il suo tris grazie al percorso vittorioso in 1.15.1 del suo Sorens Petit, subentrato ad Onyx Staf dopo quattrocento metri di gara e poi solitario sul palo davanti all’avversario e a Nerosubianco Atc, per chiudere con la prima vittoria in carriera di Ussaro Egral che, guidato con fiducia da Marco Stefani  ha irretito i tentativo dell’attaccante Urbino dei Greppi affermandosi in 1.16.4 alla siderale quota di 36/1, mentre Domenico Zanca ha accompagnato sul terzo gradino del podio un deludente Urukhai Photo .

> Torna Indietro