-
Ippodromo Cesena
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00106

GRAN PREMIO CITTA' DI CESENA - TROFEO CAMAC - INIZIO CORSE ORE 21.00

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA SERATA DI CORSE 
Un sabato di grande suggestione proietta Cesena ed il suo ippodromo al centro del panorama del trotto nazionale , grazie alla disputa del Gran Premio Città di Cesena e ad un ricco corollario caratterizzato da prove di elevato spessore tecnico tra le quali spicca un sfida sulla breve distanza,che sancirà il rientro alle gare del campione Specialess, sontuoso primaserie allenato e di proprietà del campano di stanza al Savio, Andrea Vitagliano. La lunga e prestigiosa storia del Gran Premio Città di Cesena regala un Albo D’Oro dai nomi altisonanti sui quali campeggia il più grande di sempre, Varenne, inarrivabile prospetto la cui statura agonistica ha lasciato il posto al ruolo di stallone dal profilo intercontinentale, segnando un ulteriore solco nel patrimonio genetico del trotto con gli innumerevoli eredi vincitori in tutte le piste del mondo. Sarà probabilmente un figlio del sire nato in Emilia e portato alla celebrità dal duo Turija /Minnucci a campeggiare tra i favoriti del Gran Premio, quel Testimonial Ok che dopo la sorprendente vittoria nel Derby ha inanellato solo podi e che correrà al Savio sostenuto dal tifo dei suoi proprietari, uno dei quali è cesenate doc e guidato dal top driver Enrico Bellei, mentre ci candidano come valide alternative l’affidabile Tantalio, oggi in versione Antonio Di Nardo e la giumenta Tenerife, altra valida esponente del team Ehlert sulla quale sale il capolista della piazza romagnola, Roberto Vecchione. Fortunate evenienze tattiche e sempre possibili passaggi a vuoto dei più seguiti, potrebbero promuovere le chance di Temon Your Sm,  atout di Marco Smorgon che predilige piste ad ampio raggio e digressioni francesi, oppure di Tamure Roc, altro cadetto formato esportazione che Tiberio Cecere affida al talento di Vp Dell’Annunziata. Prologo di serata in compagnia dei gentleman, con Ulissemar alla prova di riparazione dopo un paio di passi falsi sempre in coppia con Thomas Manfredini, in alternativa, Umber Kronos ed il ravennate Ghirardini, dilettante dalle raffinate scelte tattiche e partner ideale per l’allievo di Giorgio Cassani e Uruguay Grif, campano di guida, Antonio Vitiello e training, Carlo Terracino, mentre alla seconda, asticella a livelli d’eccellenza con i cronometri a sancire media di assoluto valore stante la qualità dei sei protagonisti, da Tropesien, carta Bellei ed ambizioni classiche mai sopite, a Tarantella Ferm, carattere difficile ma velocità innata e la fiducia di Alessandro Raspante per chiudere con Tanay, erede della grande Island Effe e pedina di valore per la Incolinx, franchigia attiva nel mondo del galoppo che affida i suoi effettivi al team Bondo. Dai cadetti ai tre anni ed ancora tanta qualità in pista per un miglio dalle prestigiose frequentazioni, torna in pista a distanza di sette giorni Una Scheggia Mail, sulla quale si cimenterà Antonio Di Nardo, ci riprova Ultras Grif, uno dei più attesi nel Calzolari e di galoppo allo stacco per il disappunto di Andrea Vitagliano, scendono in Riviera Umile Ama e Ulena Gual, con Bellei e Vecchione ad dirigerne le mosse tattiche, mentre alla quarta la pista si tinge di rosa con sette giumente di livello capeggiate nel pronostico da Nautica Wise, con il giovane e promettente Schettino alle redini e da Symphonia Mn, errori permettendo ai quali porrà rimedia il talento di Vecchione, ed alla quinta, in otto senza l’ausilio della frusta con Paco in assetto da battaglia, Vecchione in sulky e numero uno sul sellino, ma con Illy Pan, Sentimento Ok e soprattutto Saba Del Ronco agguerriti competitor. Si alza il sipario sul rientro alle gare di Specialess all’arrivo della sesta corsa, spettacolare miglio dai tratti simili ad un Gran Premio in miniatura con il cinque anni di Andrea Vitagliano severamente esaminato da Newyork Newyork, l’esperto pensionario di Lorenzo Baldi che ricordiamo secondo al Riccardo Grassi di inizio luglio e da Osasco di Ruggi, altro prospetto dalla nobile carriera classica, tornato in auge grazie alla vittoria al Savio di dieci giorni orsono, senza dimenticare Red Baron, Real Mede Sm e Saetero, gli altri componenti del rooster per nulla tagliati fuori dal pronostico per chiudere con Sacro Jet, candisato alla vittoria nella ottava nonstante le intriganti presenze di Scaret Bi, Record Roc e Stoner.
 

> Torna Indietro