-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

GP ITALIA DOMENICA 12 APRILE 2015: descrizione della corsa e partenti

In dieci alla rincorsa del GP Italia
 
Il Gran Premio Italia rappresenta da sempre il trampolino di lancio ideale per le ambizioni classiche di un giovane indigeno, con il vellutato anello dell’Arcoveggio veritiero tester nell’esaminare il buon lavoro invernale dei team e un prestigioso Albo D’oro a garantire un posto nella storia al vincitore, il tutto sulla selettiva distanza del miglio. Nomi di spicco impreziosiscono l’excursus temporale della sfida, dai campioni di un trotto in crinoline come Mistero e Bordo, a protagonisti di un’epoca in bianco e nero come i Mangelliani Gualdo e Qurago, passando per i celebri Esotico Prad e Lancaster Om, chiudendo il lungo itinere con i protagonisti contemporanei, l’indimenticabile Giulia Grif, che in 1.13.3 siglò un record significativo per la sua generazione, battuto tre anni dopo dal 1.12.7 del globetrotter Main Wise As, cui seguì il siderale 12.3 del biondo Oropuro Bar, sfortunato primaserie ancora sulla breccia dopo infortuni e vicissitudini di ogni genere.
 
Nel 2014 si impose Savannah Bi, con Federico Esposito ad inanellare il primo alloro di una magica annata, mentre quest’anno saranno dieci i candidati al podio felsineo, con il facoltoso Toronto As ad aprire la sfilata dei partecipanti portando in dote  la guida sbarazzina di Giampaolo Minnucci ed il sapiente training di Mauro Baroncini, nonché continui progressi ed una duttilità tattica che ne fanno uno dei soggetti maggiormente attesi in chiave vittoria. Genealogia regale per la velocista Tiffany Caf, forgiata da Biagio Lo Verde, la portacolori sicula ha iniziato presto la sua carriera agonistica inanellando un tris di buon auspicio e sale in Emilia accompagnata dalla fiducia del suo ispirato interprete Davide Di Stefano, mentre ai suoi fianchi si avvierà Tudor Dany Grif, un erede del grande Varenne che il “giuliano” Paolo Romanelli affida all’esperto Giuseppe Pietro Maisto, dopo un prudente rientro preceduto dal brillante terzo posto nel romano Allevatori. Chioma bionda, modello accattivante, Tedo Fks è la proposta del veneto Massimo Trevellin, allenatore dal talento spesso sottovalutato, che grazie al Love You nato nelle campagne padovane torna in prima classe sognando il Derby romano di inizi ottobre, con la griffe dei Jet a segnalare un'altra promessa dal mantello sauro, quel Tinamo Jet che nel corso dell’inverno ha scalato prepotentemente il rating  della leva 2012 inanellando brillanti success sulla direttrice Roma/Napoli e che troverà in Roberto Andreghetti l’interprete ideale per ribadire la nuova dimensione agonistica.  Un ostico numero sei limita le chance del solido Tresor Zsfrequent traveler che dalla fucina trevigiana di Walter Zanetti,  ha lanciato la sfida ai migliori della leva non disdegnando anche una positiva trasferta oltralpe e che Andrea Farolfi conosce a menadito avendolo accompagnato al ricco podio del Gran Criterium, mentre per Teresita Wise la trasferta sotto le Due Torri rappresenta un serio esame per testare le legittime ambizioni in prima classe, con Andrea Guzzinati e la sua proverbiale sagacia tattica a gestirne le mosse dalla seconda fila. Compagine di spessore, Ehlert, Bellei e giubba Verner  per Telecomando Ok, altro indefesso viaggiatore, che sin dai primi vagiti agonistici ha varcato i confini nazionali per raggiungere con buoni risultati le Scandinavia ed al ritorno ha sfiorato il successo nel Gran Criterium partendo da favorito, stesso ruolo che ricoprirà a Bologna nonostante la severità del sorteggio, mentre Timone Ek non teme le risalite e porta in dote l’alloro vittorioso in quel di Firenze, preceduto da un podio nel prestigioso Verroken sulla carbonella di Vincennes al cospetto dei migliori coetanei francesi, chiudendo con la decoubertiana partecipazione di Tomè Dei Greppi, ennesimo prodotto della prolifica fucina allevatoria della famiglia Del Rosso, il cui coraggioso tentativo classico  va salutato con un applauso, lasciando ad Antonio Greppi la difficile  scalata al marcatore dell’Italia 2015.
 
A latere del Great Event sportivo si terrà una manifestazione organizzata da 
Luca Di Massa +39 ITA “VERACE PIZZA NAPOLETANA” per FONDAZIONE ANT ITALIA Onlus 
 
SCARICA I PARTENTI DEL GRAN PREMIO ITALIA

> Torna Indietro