-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

DOMENICA 14 SETTEMBRE: INIZIO CORSE ORE 15.00

DOMENICA 14 SETTEMBRE inizio ore 15


Il trotto a Bologna si ripropone al suo pubblico con un accattivante palinsesto nel quale spicca un intricato miglio per 3 anni posto come 7° evento del pomeriggio domenicale, arricchito dalle spettacolari esibizioni equestri dei “Giochi Medievali” del Gruppo Storico Il Centauro, dalla Giostra dell’Anello e del Saracino, fino al Carosello al termine delle corse.
In sette nel Premio Apertura, il pronostico aperto alle più svariate soluzioni tattiche,
dalla possibile fuga in avanti di Sonny Club di Edoardo Baldi al forcing esterno della grintosa Somewhere, mentre So Chich So Font farà tesoro della pole position per tentare un inserimento in zona podio, lasciando il resto del manipolo a disputarsi un posto al sole.
Apertura alle 15 nel segno dei puledri, con spiccate individualità a sfidarsi sui due giri di pista, preferenze per Tedo Fks che aldilà della regale genealogia ha l’onore e l’onere di un’omonimia con un celebre campione di Orsi Mangelli, mentre alla seconda il testimone passa ai gentlemen con i veneti Stratocaster e Otello Zorzetto pronti a suonarle agli avversari, capeggiati da Sophia and Glory e Raffaello Ruffato.
Alla terza folla in pista con i cadetti impegnati sul tema velocità, la reginetta estiva Raggiodisole Bigi pronta a incrociare le lame con l’aitante Renato, jolly di marca Legati col giovane Renè alle redini.
Tornano i gentlemen alla quarta, schema ad handicap e scelta difficile in ottica podio, con il pronostico in bilico fra il ben posizionato Naldo Benal che “Figaro” Marcello Becci guiderà con fiducia cercando la fuga dai penalizzati Manolo Zs con Zaccherini e Oriund D’Anerol ennesima pedina di valore per il lanciato Otello Zorzetto.
Poi alla quinta eccellenti esponenti della leva 2010 a regalare risultato cronometrico di sicuro valore con Rossi Dream/Vecchione prime scelte sulla sempre più convincente Rajà Horse che Paolo Bezzecchi sta forgiando con professionalità.
Turno per anziani col sopraggiungere della sesta, con l’ottima collocazione di Nicchero a farne un concreto punto fermo, preferibile al comunque tonico Neruda Trio e alla stakanovista Più Bella Grif. All’epilogo prova dall’eccellente caratura tecnica, ambizioni di riscatto per Putnik D’Aghi che Andrea Farolfi proietterà all’avanguardia nel tentativo di sfuggire agli attacchi della sempre più convincente Padania Zeta e del panzer Overkam Bi, oggi nell’inedita versioione Lorenzo Baldi.

 

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA GIORNATA DI CORSE
 


> Torna Indietro