-
Ippodromo Bologna
Gioco Sicuro

Il gioco è vietato ai minori e può causare dipendenza patologica
Per regolamenti, condizioni bonus e probabilità di vincita: www.agenziadoganemonopoli.gov.it e presso ippodromo.

Concessione n. 00105

CORSE e TRIS di GIOVEDì 24 MAGGIO 2018, INIZIO ORE 15.35

FAVORITI          PROGRAMMA SINTETICO   GIORNALINO DELLE CORSE
Ricca borsa per tre anni nel clou, cadetti nel sottoclou  e TRIS Nazionale in chiusura
Giovedì dedicato ai giovani in via di Corticella, con i tre anni a reggere il composito cartellone bolognese, su cui spiccano anche un interessante doppio chilometro per cadetti e l’ormai tradizionale handicap per anziani deputato a chiudere il pomeriggio.
Una ricca borsa attende i sei protagonisti del clou, due i giri da percorrere e nonostante l’esiguità della starting list, nutrita la rosa dei papabili al successo, da Zico Bye Bye, ben situato ed in forma come un po’ tutti gli allievi di Lorenzo Baldi, a Zaniah Bi, pupilla di Mauro Biasuzzi e soggetto di classe che proprio di recente ha migliorato il suo standing cronometrico portandolo ad un notevole 1.13.9, passando per il veloce ma giornaliero Zar Dei Baba, ospite di casa Sarzetto interpretato da Manuel Pistone, chiudendo con Zoe Grif Italia, portacolori di Giorgio Sandi dalla regale genealogia e dalle ambizioni d’elite, che Massimo Barbini propone con fiducia.
Della serie “pochi ma buoni” anche la sfida di spalla riservata ai quattro anni che, in un clima di diffuso equilibrio tecnico, vedrà la coppia targata Baldi, Volavia di No e Vito Model, con Lorenzo sulla prima e Loris Farolfi sul compagno di viaggio, sfidare coppie agguerrite come quelle formate da Valent Sf e Vecchione nonché dall’inedito duo Vp/Veio, senza trascurare le qualità atletiche di Vasty di Poggio, altro soggetto griffato Mistero e portato in gara da Massimo Barbini.
Campo omogeneo e buone qualità dei partecipanti caratterizzano il prologo alle 15.35, miglio per quattro anni che da Van Dick Bi a Valjean Men, passando per la francese Esotica Bar, propone una vasta teoria di potenziali mattatori, con Vionemar possibile sorpresa in ottica podio, poi, marchio Jet in cima al pronostico grazie alla veloce Zebra, portata in gara da Marco Stefani e alla recente vincitrice Zagaia, atout di un impegnato Lorenzo Baldi, terza forze Zos Slide Sm e Vecchione, outsider la coppia patavina Zatox Vik/ Fonte.
Alla quinta, agguerriti gentleman e rodati anziani si daranno battaglia sulla breve con la partenza al fulmicotone di Tarantella Ferm a regalare eccellenti chance alla giumenta guidata da Elena Bruniera, il cui compito si prospetta comunque assai complesso per le agguerrite presenze di Osiride Grif e Una Del Rio, ben guidate dai califfi Canali e De Luca.
Chiusura con il botto all’Arcoveggio: ben sedici coppie, infatti, si daranno battaglia sui tre giri pista nella TRIS NAZIONALE, un handicap teoricamente a trazione posteriore, leggi le indubbie doti dell’indomito tredicenne  Lotar Bi, della specialista Sama Jet giusto per rimanere quota meno quaranta metri e del sottovalutato Uragano Fks, mentre, risalendo la lunga teoria di partecipanti, ci si imbatte nel grintoso Uliveto Bargal e in Original Caf, ospiti veneti al via dal secondo nastro citati in ordine di preferenza, per chiudere con lo stacanovista Orfeo Jet, provetto partitore con i nastri rivisto in eccellente assetto in quel di Padova.
E arrivederci a domenica 27 maggio alle 15, quando il ritorno del pomeriggio ippico festivo sarà arricchito da spettacoli per grandi e piccoli, musica, spettacoli e solidarietà
> Torna Indietro